Categories
Approfondimenti

Espresso forte o leggero ? Lungo o corto?

a questa domanda esiste una sola risposta; Espresso!

L’espresso Italiano è una di quelle cose che come la pasta e la pizza parla Italiano nel Mondo, solo che troppo spesso noi Italiani ,ricolmi come siamo di tantissime cose belle ed uniche nel nostro bel paese, siamo poco attenti a salvaguardare i simboli della nostra Italianità ed accettiamo troppo facilmente che chiunque possa sbandierarla a suo piacimento. Per quanti hanno visto il film QuoVado del mio conterraneo Pugliese Checcho Zalone è simpatico vedere come nel suo modo goliardico di autoironizzarsi mentre pranzava presso un ristoratore in Svezia con tanto di insegna tricolore all’ingresso dove il titolare che gli chiedeva vantandosi del suo conoscere la cucina Italiana come fossero gli spaghetti che aveva cotto in acqua per trenta minuti, la risposta di Zalone fù una richiesta di un avvitatore con il quale si precipitò a smontare l’insegna. Certamente non ci permettermmo mai in un paese estero di smontare le insegne a tutti ristoranti Italiani non gestiti da Italiani, va detto per inciso che il campione del Mondo di espresso Italiano del 2017 è stato un Taiwanese, anche se un pizzico di sano orgoglio non farebbe male in quanto spesso siamo proprio noi ad autolesionarci quando mandiamo prodotto non di qualità all’ Estero o anche quando accettiamo un espresso fatto male in Italia, dovremmo cominciare a pagare, non bere questi disastri ed anche a non tornare più in questi bar che poco a cuore hanno il loro lavoro.

Personalmente non condivido la critica che quelli del sud muovono verso alcuni caffè del Nord tacciandoli come acquosi, come non condivido le critiche contrarie che indicano alcuni caffè del sud come pesanti, io invece gioisco per queste bellissime differenze che abbiamo in Italia e la capacità di personalizzare, di tipicizzare tutto spesso basta spostarsi di soli 6Km e talvolta anche meno per gustare lo stesso cibo preparato in maniera completamente diversa e dando sfogo ai maestri che li realizzano ascoltare il perchè loro seguendo un metodo spesso tramandato dalla Nonna riescono ad ottenrenere questi strepitosi risultati. Dovremmo essererne orgogliosi e non dovremmo accettare a cuor leggero le imposizioni di paesi che non hanno queste tipicità i quali ci impongono con la scusa delle normative Europee di non produrre più il formaggio come è stato tramandato da millenni per farlo tutto uguale in contenitori di acciaio, questa cosa va bene solo per le multinazionali non per un paese come il nostro ricco di storia e di tradizioni. Mi piace immediatamente sottolineare che non sono un sostenitore del qualsiasi cosa va bene perchè l’ho sempre fatta cosi. Un mio maestro , Luigi Odello, in uno dei primi corsi di MOROLA® caffe Italiano sull’analisi sensoriale, ci ammoni con una frase che è diventata un mio riferimento in ogni cosa; “la qualità comincia là dove non  ci sono difetti”, è questo il punto al quale dobbiamo mirare; produrre un caffè di qualità e poi che bene venga chi lo vuole forte o leggero chi lungo o corto, solo che tutto questo deve essere fatto con attenzione, la percolazione del caffè deve avvenire in un range di secondi prestabiliti, non certo come faceva il ristoratore di Zalone che cuoceva gli spaghetto in trenta minuti, la lunghezza di un espresso per la dose base è di 25cl, posso decidere di farlo corto ma se decido di farlo lunghissimo alla fiene otterò un prodotto zeppo di caffeina e aromi negativi, se proprio devo farlo meglio aggiungere dell’acqua alla stessa temperatura per allungarlo.  Quello che assolutamente non dovremmo accettare è vedere usare miscele carbonizzate , domandiamoci perchè viene fatto, per caso per nascondere la mancanza di qualità della materia prima? Vedere usare attrezzature luride, caffè abbandonato in capane sature di oli di caffè irranciditi, caffè macinato abbandonato nel dosatore, assistere ad estrazioni fatte senza far scorre a vuoto l’acqua dei gruppi prima di inserire il braccio contente il pannello di caffè, insomma dovremmo davvero lamentaci con chi non fà il nostro espresso con amore!

Fare un buon caffè è possibile e ci sono tanti professionisti che lavorano con dedizione e passione e produco dei risultati davvero eccellenti al Nord come al Sud che fuori dall’Italia, noi consumatori abbiamo un poter eccezionale che è quello di scegliere.

Buon caffè e seguitemi nei futuri approfondimenti e se lo vorrete partecipate ad uno dei nostro corsi per consumatori informati o uno qualsiasi di quelli organizzati da organismi certificati quali IIAC, AICAF o SCA e vi assicuro che vi divertirete tantissimo ed un pò per volta diverrete in grado di distinguere il veri professionisti del settore e berrete sempre degli ottimi Espressi Italiani!

 

 

By Pino Fumarola

Cose semplici fatte senza impegno producono risultati effimeri, solo con l'impegno ed il sacrificio si producono risultati importanti e degni di essere tramandati. Affronto con questo spirito tutte le nuove iniziative convinto che il meglio deve ancora giungere. Buongiorni a tutti.

Lascia un commento

Calendario

Agosto 2022
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Categorie

Commenti recenti